Serie C Silver

Post-season: Game 4

matteo maffezzoli
30.05.2021

Ieri pomeriggio per il doppio turno settimanale, gli Squids hanno affrontato sul campo di via Corbettina a Bareggio, i biancorossi di Ardens Sedriano privi di Cogliati (per infortunio) e Corazza (per squalifica) ma con l’innesto di Mauri

Per l’occasione, coach Valerio Zucchero rinnova il quintetto base inserendo al fianco dei soliti Caselli, Marangoni e Chiesa, la coppia Acerni-Guccini.
La partita è accesa sin dai primi secondi con Settimo decisa a conquistare i primi due punti nel girone di post-season e Ardens Sedriano pronta a difendere le mura di casa.

photo by Matteo Maffezzoli

 

A sbloccare la partita è Acerni che vola in transizione concludendo di mano destra dopo un eurostep a cui i padroni di casa rispondono prontamente in tap-in su rimbalzo in attacco. Da questo momento il ritmo della gara si alza notevolmente con una conseguente riduzione della qualità degli attacchi ma soprattutto delle percentuali di realizzazione dal campo. Dopo una serie di errori consecutivi sono i biancoverdi a chiudere il primo parziale con il semigancio mancino di Guccini, la bomba di Caselli e la penetrazione al ferro di Marangoni. 2-9 Squids con grande attitudine fisica e mentale. Sedriano fatica a rispondere all’assalto dei biancoverdi che proseguono l’allungo con il long two di Chiesa che prima si sblocca dal mezz’angolo e poi porta a casa un canestro e fallo. Buon ingresso in campo anche per Di Caro che si iscrive a referto con il 2/2 dalla lunetta e con l’assist al bacio per Guccini che fissa il punteggio dei primi 10’ sul 10-19 Settimo.

photo by Matteo Maffezzoli

 

Nel secondo quarto i padroni di casa accennano una minima reazione di fronte a un leggero calo di attenzione biancoverde che produce un parziale di 6-0 fermato dal provvidenziale timeout di coach Zucchero. Gli Squids strigliati in panchina si sbloccano immediatamente con la bomba di Marangoni e il gioco a due sull’asse Marangoni-Chiesa con quest’ultimo che riceve sotto canestro e segna nuovamente col fallo. Contro parziale biancoverde, contro timeout per coach Mei. Settimo conduce di 9 lunghezze, un gap che mantiene fino al break lungo sul punteggio di 23-32.
 

photo by Matteo Maffezzoli

 

Al rientro dagli spogliatoi i biancoverdi ricominciano subito forte con Marangoni che spara da tre punti e Guccini che in penetrazione segna un gran canestro di mancina. Ma Sedriano non ci sta e a scuotere i biancorossi ci pensa capitan Gatti che nel momento più difficile della gara si prende in mano la squadra alzando l’asticella in difesa e a rimbalzo, ma soprattutto in attacco mettendo a segno 7 punti fondamentali che consentono ai suoi di rimanere in partita, e a Settimo impediscono di ampliare il divario. Da segnalare anche l’impatto di Mauri che con la bomba dall’ala riporta Sedriano a -6 sul punteggio di 33-39 e costringe la panchina ospite al timeout tecnico. 

photo by Matteo Maffezzoli

 

Tuttavia gli sforzi dei padroni di casa non sembrano poter fermare la macchina offensiva degli Squids guidata da Marangoni (2/2 dalla lunetta) con il supporto di Rolandi e Molin che su assist della guardia biancoverde appoggia al vetro il +10. Il terzo quarto non offre ulteriori emozioni e si conclude 39-46 Settimo.

photo by Matteo Maffezzoli

 

Fino a qui tutto bene”. 

Una citazione già sentita tante volte in questa stagione. Nel quarto periodo si assiste, di fatto, ad un’altra partita. Purtroppo.
Sedriano piazza subito un 5-0 con l’appoggio al ferro comodo di Tarantola su assist di Mauri e con Gatti che punisce ancora da tre punti. I padroni di casa stringono le maglie in difesa e non concedono canestri facili agli Squids che peccano d’intensità a rimbalzo e difensivamente concedono troppe iniziative in 1 contro 1. Poi arriva il momento di Mauri che prima infilza la difesa biancoverde in penetrazione e poi anticipa un passaggio “telefonato” a metà campo e vola in contropiede siglando 4 punti consecutivi. A tenere a galla i biancoverdi ci prova, con estrema difficoltà, Chiesa che in difesa soffre l’esperienza di Gatti che lo batte sul fondo e appoggia di potenza al vetro il primo sorpasso biancorosso. Ma Di Caro non ci sta e, dopo la correzione su un suo errore in penetrazione, infila una tripla pesantissima per il contro sorpasso Settimo. Partita punto a punto e adrenalina alle stelle. Dopo una buona difesa gli Squids spingono la transizione offensiva, palla a Basani che incrocia sul fondo e serve Chiesa da solo in area che appoggia il +4 a 3’30” dalla sirena finale 51-55. Timeout Ardens.

photo by Matteo Maffezzoli

 

Nel momento “clutch” della gara i padroni di casa mettono in mostra la maggiore esperienza e capacità di gestire i possessi decisivi. Ai nostri ragazzi manca invece quella prontezza e quel cinismo per chiudere i conti. Sedriano rientra con la bomba di Mauri, i tiri liberi su falli subiti in penetrazione e a 27” dal termine con il canestro pesantissimo di Carnevale in svitamento. 

photo by Matteo Maffezzoli

 

Settimo ha anche la possibilità di giocarsi l’ultimo possesso per pareggiare o addirittura vincere ma purtroppo non riesce nemmeno ad andare al tiro collezionando una palla persa mortifera che regala a Sedriano la vittoria per 62-57.

Ardens Basket Sedriano:  Mauri 18, Gatti 10, Carnevale 8, Porta 8, Tarantola 6, Turano 6, Pelusi 5, Zuccoli 1, Reina 0, All. Mei

Settimo Basket: Guccini 7, Caselli 3, Chiesa 18, Molin 3, Marangoni 13, Acerni 4,, Rolandi 2, Benfenati 0, Basani 0, Di Caro 7, Sala 0, Battilocchi, All. Zucchero

photo by Matteo Maffezzoli

 

Per terminare la citazione: “Quello che conta non è la caduta ma l’atterraggio”.

Complimenti ai padroni di casa e un sincero in bocca al lupo per l’avventura playoff.

Una caduta che fa male ma che bisogna lasciarsi alle spalle per guardare avanti e farsi trovare pronti per la fase più importante della stagione.

Forza SQUIDS! 

Commenti

Squids straripanti contro Trezzano