Disciplina per la crescita

Disciplina per la crescita

Sabato pomeriggio è successo un fatto gravissimo: un nostro compagno ha avuto un comportamento antisportivo nei confronti di un atleta avversario. 
Lunedì sera coach Antonini in accordo con la società Settimo Basket ha sanzionato il fatto con determinazione: a prescindere dall’ammenda della FIP il nostro compagno salterà una ulteriore partita. 
 
Le motivazioni della decisione. 
  1. La prima squadra ( giocatori, allenatori, dirigenti, staff medico ) deve essere di esempio per tutta la società.
  2. Il provvedimento deve essere visto come un aiuto al giocatore e come una spinta alla crescita sua e di tutta la squadra: uscendone insieme, saremo migliorati. 
Limax Clivio – Squids Settimo Basket

Limax Clivio – Squids Settimo Basket

Ricaricare le batterie. 
“Ieri data storica x questa stagione.
Dopo 7 mesi primo allenamento con squadra al completo. 
17 presenti tutti allenabili, nessuno in tribuna o in palestrina per riabilitazioni varie. 
Ops ovviamente una assenza, e pesante c’era: il Mando.”
Questo è il messaggio con cui coach Marco Antonini “sveglia” il dirigente della prima squadra il martedì mattina dopo il consueto allenamento del lunedì sera. 
Non si vogliono trovare scuse, ma dare una corretta visione di quella che può essere ad oggi, la motivazione di una sconfitta imprevista per chi non frequenta i biancoverdi durante la settimana, ma comprensibile per chi invece conosce da vicino le situazioni venutesi a creare durante questi mesi. 
 
La motivazione principale va probabilmente identificata nella stanchezza, fisica e mentale. 
La stanchezza di chi ha dovuto giocare più del previsto perché i compagni erano loro malgrado in palestra o dal fisioterapista. 
La stanchezza e la frustrazione di chi ha subito uno o più infortuni durante la stagione e si è dovuto fare un mazzo doppio per recuperare e tornare in campo. 
Così ci troviamo a giocare il venerdì sera la trasferta peggiore per logistica: Clivio.
Partiamo anche bene. La palla gira, c’è la giusta intensità e presenza a rimbalzo. 
Ma la benzina finisce troppo presto e passiamo tutta la partita ad inseguire sulla linea dei 3 punti i ragazzi del varesotto. 
Raggiungiamo anche il -2 ma la prestazione al tiro di Clivio è probabilmente una delle loro migliori: le loro percentuali sono altissime ( complice la nostra difesa stanca e lenta ) e portano giustamente a casa il risultato. 
In questo contesto di infortuni e stanchezza ci è anche trovati ( e ce lo prendiamo con gran gusto ) in un “playoff” fatto da 3 partite in cui per mantenere il terzo posto, ci occorre vincerne 2 su 3. 
La prima a Clivio è andata. 
Contestualmente Wiz Legnano con cui siamo in corsa ( che pare rinata da quando è rientrato Rinke ) ha ab-battuto una Venegono impolverata da quanto ha perso Poggiolini.
Stimoli.
Rientri in squadra.
Riposo. 
Allenamento.
Tifo. 
Orgoglio. 
Gli ingredienti per fare bene ci sono: sarà un finale di campionato interessantissimo 😊
ps. Prossima partita sabato alle 18:30 al pala Squids contro i giovani Junior Knights Legnano 
#orgogliobiancoverde #playasone

Settimo Basket – Lonate Pozzolo

Settimo Basket – Lonate Pozzolo

Squids Settimo Basket vs Lonate Pozzolo

L’imperativo odierno, dopo la sconfitta subita la scorsa settimana sul campo di Wiz Legnano, era uno solo: vincere.
Vincere con una grande prestazione: dare un segnale a noi stessi.
Dimostrarci che quello della settimana precedente è stata si una caduta, ma una caduta isolata.
Gli avversari di Lonate Pozzolo sono ciò che eravamo noi lo scorso anno: una neopromossa che ha già fatto più di quello che doveva fare.
La salvezza è matematica ed ora giocano col cuor leggero di chi, con una vittoria nelle prossime 4 partite, sarà matematicamente ai playoff.
L’ottimo lavoro svolto da coach Marco Antonini e Valerio Zucchero è visibile fin da subito.
Spaziature, tempi di reazione minimi, gioco corale, intensità ( di cui Acerni è stato maestro assoluto ) e concentrazione.
Per tutti i 40 minuti di gioco gli Squids hanno dominato il campo, non dando spazio ad una squadra di qualità che esprime una buona pallacanestro ma che poco ha potuto contro la decisione degli Squids, spinti da un calorosissimo pubblico di casa.
Tutta la partita è stata magistralmente gestita, tanto che hanno potuto dare un contributo reale i ragazzi che occupavano l’infermeria: Grassi ha ripreso a giocare dopo la due mesi di stop, Basani ha cominciato a riprendere ritmo e Cogliati è stato per diversi tratti padrone del gioco.
Note positive sono anche stati gli utilizzi dei giovanissimi Caselli ed Antonini, oltre che il “riposo” di chi solitamente non gioca meno di 30′.

Prossima partita venerdì sera sul campo di Clivio ( sperando di rivedere in campo il lungo degente Daverio ). 

#orgogliobiancoverde #playasone

Professor Sabbio

Allenamento funzionale Settimo Basket

A cura del “Prof” Alberto Sabbioni

L’allenamento funzionale è un modello di training che come dice la parola “ allena la funzione “ ovvero allena il movimento in maniera globale e specifica .

“ IL CERVELLO CONOSCE I MOVIMENTI E NON I MUSCOLI “

Nel basket come in tutti gli sport ormai questa metodica è utilizzata ricercando il mglioramento dei genti tecnici specifici .

Gli esercizi possono essere effettuati sia a corpo libero sfuttando il propio corpo o utilizzando piccoli atrezzi come : Kettlebell – TRX- Manubri – Palle mediche – Elastici – Bilancieri – Sba

  • Caratteristiche del Functional Training :
  • Esercizi con più articolazioni coinvolte
  • Esercizi su più assi di movimento
  • Stimolano l’equilibrio e la capacità percettive motorie
  • Migliorano coordinazione muscolare
  • Uniscono forza , veocità ed elasticità movimento
  • I muscoli posturali sono molto stimolati

Questo modallità di training si può effettuari sin da giovani …infatti i bambini quando giocano all’aperto nei parchi giochoi attrezzati fanno già un’allenamento funzionale inconsapevolmente .

Performance & Salute

Vuoi migliorare le tue performance?

Hai qualche dolore e vuoi stare meglio?

Sfrutta i nostri professionisti!

Wiz Legnano – Squids Settimo Basket

Wiz Legnano – Squids Settimo Basket

Wiz Legnano vs Squids Settimo Basket

Una buona dose di realtà. 
Vista la classifica. 
Visti i precedenti di alcuni giocatori.
Vista la situazione “infermeria”.
Vista la partita dell’andata, sapevamo che sarebbe stata una partita difficile. 
Legnano è attrezzata per una serie superiore: ha fisicità, talento e senza la sfiga degli infortuni avrebbe anche la panchina lunga.
Queste caratteristiche e la magistrale gestione di coach Ferrara mettono i presupposti per un gap importante già alla fine del primo quarto, chiuso 26 a 13. 
Nei minuti seguenti gli Squids provano a rientrare: Rondena macina liberi e Riccardo Secchi, nella veste di capitano vista l’assenza di Giorgio Benfenati, indica la giusta aggressività da tenere in campo. 
Pian piano gli Squids prendono le misure alla difesa prima aggressiva sulle linee di passaggio e poi molto fisica e nei minuti finali, grazie ai canestri di Marangoni e Acerni, arrivano quasi a contatto.
Peccato che sia troppo tardi, che si sia giocato ad un livello di intensità troppo basso per troppo tempo e che di fronte si abbia una signora squadra. 
Arriva così la quinta sconfitta in campionato per gli Squids, forse un bene perché servirà per capire la “temperatura” dei playoff e prendere la coscienza che, senza la presenza costante di tutti, non saremmo dove siamo ora. 
Testa alla partita di domenica di domenica alle 18:30 al Pala Squids contro Lonate Pozzolo. 
#orgogliobiancoverde #playasone
Ardor Bollate vs Squids Settimo Basket

Ardor Bollate vs Squids Settimo Basket

Le prime parole sono per unirci al cordoglio della famiglia di Alberto Bucci, alla Virtus Bologna ed al mondo della pallacanestro. 

Perdiamo un grande uomo, oltre che un grande dirigente ed un tecnico di storico valore. 

 

Ardor Bollate – Squids Settimo Basket

Continua l’abitudine di coach Marco Antonini di dividere il campionato in miniserie di 3 partite, proprio come se fossero dei playoff. 

Dopo Malnate in casa quella con Bollate è la seconda di questo “turno”, la prima in trasferta, a cui seguirà domenica prossima la partita sul campo di Wiz Legnano. 

Questa partita ha poi un peso specifico molto importante: vincendo allungheremmo a +10 il vantaggio sul quinto posto.

Per una squadra che si è data l’obiettivo di migliorare il sesto posto dello scorso anno e che punta ad avere il primo turno di playoff in casa questo è molto, molto importante. 

Bollate è un’avversaria per noi assolutamente temibile, da affrontare con grande umiltà. 

L’umiltà di continuare a macinare, un punto alla volta, una difesa alla volta, facendosi trovare presenti in ogni situazione offensiva e difensiva, spegnendo pian piano le velleità feroci dei nostri avversari.

Palla a due e per l’ennesima volta quest’anno facciamo una grande partenza: 13 – 30 per noi grazie ad una grande pallacanestro che crea tiri con spazio, presenza a rimbalzo e concretezza difensiva. 

Gli spettri di alcune partite già iniziate con ampi margini e poi finite con finali al cardiopalma si fanno subito presenti: i bianco-arancio vincono i due quarti centrali e nel quarto finale si portano in parità. 

Qui, nonostante i tentativi molto molto convincenti di vittoria dei ragazzi di casa, viene in gioco la maggiore esperienza di noi biancoverdi: grazie ad una girandola di liberi e di episodi che giocano a nostro favore portiamo a casa due punti estremamente importanti per noi. 

 

I complimenti sono per noi che da settimane giochiamo nella difficoltà e che ci crediamo, sempre di più.

Sono per gli avversari, che pur rimaneggiati ci hanno messo in grandissima difficoltà. 

Sono per il nostro pubblico che ci ha seguito e ci ha sostenuto fino a qui. 

 

Prossima partita domenica prossima al pala Dante contro gli amici di Wiz Legnano